Pubblicato da: corsicaitaliana | 19 maggio 2010

Corsica italiana

Un saluto a tutti.

Questo blog nasce come progetto di memoria storica con lo scopo di ricordare e ribadire che nonostante siano oramai passati più di duecento anni dalla battaglia di Ponte Nuovo del 1769, e dalla susseguente occupazione francese dell’isola; la Corsica linguisticamente, etnicamente, geograficamente e culturalmente è e rimane una regione italiana.
Certo, la francesizzazione dell’isola marcia a grandi passi: la lingua còrsa è parlata sempre meno e la cultura locale sta tristemente scomparendo, e con queste la memoria delle proprie radici. Ma non per questo riteniamo non si possa col tempo effettuare un recupero di quanto è stato momentaneamente obliato. Ciò ovviamente cercando di evitare ogni conflittualità e rivendicazione al momento assolutamente inopportune.
Per noi che la Corsica sia – al pari della Sardegna, della Sicilia o di Malta – un’isola italiana è un dato di fatto difficilmente controvertibile. E cercheremo di dimostrarlo chiaramente proprio in questo blog.
Che poi contigenze storiche abbiano purtroppo fatto sì che l’isola passasse sotto dominio francese non cambia la sostanza del discorso. Perché nonostante duecento anni di “francesizzazione”, la Corsica conserva ancora le sue comunque inalienabili radici italiane, a cui dovrà necessariamente tornare se vorrà salvare la sua oramai claudicante identità.

Questo quanto ci prefiggiamo con questo nostro blog. Ossia solamente il riaffermare quella che è una semplice verità storica.
A presto allora.

Annunci

Responses

  1. Viva la Corsica italiana!

  2. E’ un discorso che meglio di così non si poteva fare

  3. CORSICA ITALIANA!

  4. Congratulazioni!
    Nel 150° dalla Proclamazione del Regno d’Italia, non si può non vedere come l’Unità Nazionale venga sgretolata dalla corruzione e dall’antiitalianità della repubblica. Ciò richiama alla mente la vergognosa svendita della nobile Corsica, ad opera di un’altra repubblica a suo tempo.
    E’ forse che la repubblica è maledizione per qualsivoglia sentimento civile?

  5. SONO PIETRO PAOLI E RICORDO A TUTTI CHE L’UNIONE D’ITALIA SARA’ COMPLETATA SOLO QUANDO SARANNO ITALIANE LE TERRE DI CORSICA,IL NIZZARDO,IL CANTON TICINO,L’ISTRIA ,MALTA E SAN MARINO.PECCATO CHE I POLITICI SE NE SIANO DIMENTICATI AD ECCEZIONE DEL PERIODO FASCISTA,L’ITALIANITA’ DI QUELLE TERRE AVREBBE DOVUTO ESSERE ANCHE PER SINISTRA,CENTRO E DESTRA. RINNEGATI SONO QUELLI CHE NON VOGLIONO CIO’.

  6. La Corsica non può farcela da sola a ottenerere l’indipendenza o la riannessione all’italia, siamo noi italiani che dobbiamo aiutare i corsi!!!!

  7. Sono corsò e vi dico vaffanculo a voi italiani e ai francesi non vi voliamo noi voliamo l’indipendenza
    CORSICA LIBERA’

  8. Quando vedo la carta geografico-politica dell’Italia non posso non notare il colore diverso di quell’isola che, geograficamente e linguisticamente, è italiana: il fatto che non sia mai stata veramente rivendicata la dice lunga sull’interesse che l’Italia ha nei confronti della sua ‘terza’ isola. I francesi ci avranno pure aiutato nelle guerre fatte per arrivare all’Unità ma si son presi Nizza (la città natale di Garibaldi) e la Savoia (regione alpina con lo stesso nome della famiglia reale che governerà l’Italia negli anni seguenti). Per non parlare della Corsica dove solo qualche anno dopo la cessione genovese nascerà Napoleone che sarebbe potuto essere un nostro Garibaldi settecentesco.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: